Il sistema di allertamento regionale si basa sulle previsioni del Centro Funzionale Regionale che li pubblica sul sito della Protezione Civile Regionale.

Nel bollettino Ondate di Calore viene emesso quotidianamente nel periodo estivo e la sua validità è per 3 giorni salvo diverse indicazioni.

Sono riportate, per la giornata in corso e per le due giornate successive, le previsioni della temperatura alle ore 14, della temperatura apparente alle ore 14 e il livello di allerta.

Il valore del livello di allerta è:

livello 0: condizioni meteorologiche non a rischio per la salute della popolazione

livello 1: condizioni meteorologiche che possono precedere un livello 2

livello 2: temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione, in particolare nei sottogruppi di popolazione suscettibili 

livello 3: ondata di calore. Condizioni ad elevato rischio che persistono per 3 o più giorni consecutivi


COME COMPORTARSI:

Chi è a rischio quando si verifica un’ondata di calore?
• Le persone anziane
• Le persone non autosufficienti
• Le persone che assumono regolarmente farmaci
• I neonati e i bambini piccoli
• Chi fa esercizio fisico o svolge un lavoro intenso all’aria aperta

Quali sono i sintomi
• I crampi
• L’edema
• La lipotimia
• Lo stress da calore
• Il colpo di calore

Quali precauzioni adottare per difendersi dal caldo
• ridurre l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 12 e le 18
• adottare tutti i principali strumenti per il controllo della temperatura tra cui le schermature e ombreggiamento delle finestre, l’isolamento termico e il condizionamento dell’aria (si raccomanda di evitare di regolare la temperatura a livelli di temperatura troppo bassi rispetto alla temperatura esterna)
• bere molta acqua e mangiare frutta fresca
• gli anziani devono bere anche in assenza di stimolo della sete
• evitare bevande alcoliche o contenenti caffeina
• evitare pasti pesanti, meglio consumare spesso pasti leggeri durante l’arco della giornata
• i vestiti devono essere leggeri e comodi, di cotone, lino o fibre naturali. Devono essere evitati quelli in fibre sintetiche.
• dopo avere lasciato la macchina parcheggiata al sole, prima di rientrare in auto aprire gli sportelli per ventilare l’abitacolo e iniziare il viaggio con i finestrini aperti per abbassare la temperatura interna

Torna all'inizio del contenuto